La psicoterapia breve strategica2018-05-11T15:48:15+00:00

IL MIO METODO TERAPEUTICO

La psicoterapia strategica breve

” L’approccio strategico nell’ambito della psicoterapia può essere definito come l’arte di risolvere complicati problemi umani mediante apparentemente semplici soluzioni. Nonostante infatti certi problemi o sofferenze persistano da molti anni non per questo sono necessarie altrettanto lunghe degenze e complicate soluzioni. “

Giorgio Nardone

Sebbene il percorso di guarigione intrapreso dal paziente e dallo psicologo vada calibrato in funzione di diversi fattori, quali, ad esempio, il tipo e la gravità del  disagio, l’età e le dinamiche che hanno condotto ad una perdita di serenità nella vita del paziente, il mio metodo terapeutico si basa sulla cosiddetta Psicoterapia Breve Strategica, concepita e formalizzata dal Dott. Paul Watzlawick, fondatore della Scuola di psicoterapia di Palo Alto e figura tra le più importanti della psicologia e della psicoterapia contemporanea.

La Psicoterapia Breve Strategica è stata introdotta in Italia dal Dott. Giorgio Nardone,  diretto allievo ed erede di Watzlawick, insieme al quale ha fondato  il Centro di Terapia Breve Strategica ad Arezzo nel 1987. I punti di forza principale di questo metodo terapeutico sono, come suggerisce il nome stesso, la brevità del trattamento ed il suo essere strategicamente efficace.

Uno studio condotto nel 2003 presso il Centro di Terapia Breve Strategica ha analizzato 3.484 casi, trattati con il metodo della Psicoterapia Breve Strategica.

I risultati di questo studio hanno dimostrato che, per una durata media complessiva di sole nove sedute,  le percentuali di guarigione si sono attestate, a seconda del disturbo presentato, tra l’80% ed il 95%.

 Se desideri avere ulteriori informazioni sulla Psicoterapia Breve Strategica, puoi trovare maggiori informazioni a questo link, oppure contattarmi tramite il modulo che trovi a fondo pagina.

Un’ottima risorsa bibliografica invece puoi trovarla nel libro di G. Nardone e P. Watzlavick: Brief Strategic Therapy (2005).

Leggi il mio articolo QUI